ABOUT IZAKAYA


UN ANGOLO DI GIAPPONE A DUE PASSI DAL DUOMO

Izakaya, per chi non lo sapesse, è il termine e che definisce la tipica “trattoria” giapponese (i – sedersi; saka –sake ; ya- negozio) Nasce, per tradizione, come luogo di decompressione dopo il lavoro, dove rilassarsi a bere e mangiare in tranquillità dopo una lunga giornata.

Nel tempo e con la diffusione nelle grandi città, l’izakaya prende le sembianze della nostra osteria/trattoria, un luogo per studenti in trasferta, famiglie e gruppi di amici che vogliono ritrovarsi nell’intimità di un ambiente rilassante ed informale a condividere la gioia del cibo.

A Milano arriva nelle sue vesti attuali, quella di un ristorante dalla forte connotazione estetica che vuole fare assaggiare al suo pubblico non solo i piatti, ma gli ambienti e la cultura del Giappone.

Il nostro locale replica nell’arredamento le Izakaya giapponesi classiche in tutto e per tutto, ne raccoglie le tradizioni estetiche e culinarie e le arricchisce di contaminazioni italiane. Il titolare ha fatto importare dal Giappone i decori e le porcellane per fare vivere al pubblico l’esperienza curando i più piccoli dettagli, e la cucina è affidata alle sapienti mani di Shinichiro Kasashima già cuoco da Sushikappou a Kyoto, da Hokocho a Harajuku, da Itochihisaki a Fukuoka e, dal 2002, come chef Guilo Guilo che dispone di ristoranti a Kyoto, Hawaii e Parigi.

Izakaya Sampei è un ristorante su due piani in pieno centro a Milano per immergersi in un’atmosfera unica.

A dare vigore alla location è l’immagine di Tsurikichi Sampei, il noto pescatore che troneggia in un murales di 3 metri all’ingresso realizzato su indicazione dell’artista Takao Yaguchi autore del manga che ha ispirato la serie anime che porta il suo nome.

Tre curiosità sulla nostra realtà e sulla cucina tradizionale


ANDARE IN UN IZAKAYA

Gli Izakaya non appartenenti alle grandi catene sono composti da piccole stanze separate, in ognuna delle quali si trova un tavolino. Ciò per realizzare maggior intimità tra i commensali. All'entrata i clienti si tolgono le scarpe (che verranno messe in appositi armadietti oppure in bustine, che verranno poi consegnate) per non sporcare il tatami che si trova all'interno e sul quale ci si siede. Ci si serve di tavoli molto bassi, mangiando alla maniera tradizionale giapponese, spesso però c'è la possibilità di utilizzare anche sedie. Solitamente al cliente viene servito prima di tutto un oshibori (piccolo asciugamano umido), con cui pulirsi le mani. Successivamente viene servito un otōshi o tsukidashi (uno stuzzichino, chiamato nel primo caso così nella regione del Kantō e nel secondo in quella del Kansai), le cui porzioni sono più grandi del tipico antipasto spagnolo (tapas), ma non quanto un pasto completo. I menu si trovano sui tavoli o appesi alle pareti, riportano comunemente le foto dei piatti e spesso contengono la popolarissima formula nomihodai ("tutto ciò che puoi bere") e tabehodai ("tutto ciò che puoi mangiare"), con la quale i clienti possono ordinare tutto il cibo e le bevande che vogliono, con un limite di tempo di circa 2-3 ore, pagando una tariffa fissa mentre i camerieri servono continuamente da bere e mangiare. In questo tipo di locali è norma ordinare le portate comunitariamente, mantenere i vassoietti al centro del tavolo e dividere le pietanze tra tutti i commensali.

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI

In tutte le grandi metropoli del mondo esistono le Izakaya e portano la loro maniera di fare ristorazione nel mondo esportando quindi qualcosa che esiste solo in Giappone e mettendolo a disposizione del mondo occidentale ormai assuefatto al Sushi & Co ormai diffusissimo ovunque. Già, in tutte le metropoli tranne che in Italia! Izakaya Sampei ha l’onere e/o l’onore di portare in Italia questo aspetto culturale sconosciuto al bel paese!

L'ETA' E I CAMBIAMENTI

A una certa età si ha una paura del diavolo dei cambiamenti, del nuovo o anche solo di un fuoriprogramma che possa farli uscire dalla ormai rodatissima routine. Non è diverso per il mitico Takao Yaguchi (84 anni) il creatore nonché disegnatore del nostro beniamino Sampei. E’ infatti fatto curioso che il murales di 3 metri che campeggia imperioso all’ingresso di Izakaya Sampei raffigurante proprio il mitico manga pescatore sarebbe dovuto essere pitturato direttamente dalle sue esperte mani ma lo stress della trasferta lo ha bloccato. Ti capiamo Yaguchi San!!!!

Il Nostro Staff

IL MONDO AL VOSTRO SERVIZIO

Lo staff di Izakaya Sampei arriva da tutto il mondo! Giappone, Filippine, Bangladesh, Brasile e Italia ma è soprattutto giovane con un età media di circa 25 anni. Tutti i ragazzi lavorano con passione e amore per quello che fanno e cercheranno di farvi passare delle serate memorabili da Izakaya Sampei!